Soluzioni

Park4Dis offre soluzioni tecnologiche per la mobilità volte a supportare i comuni nella gestione degli spazi pubblici, migliorando l’esperienza degli utenti nel rispetto degli SDG dell’Agenda 2030.

Per maggiori informazioni scrivici a info@park4dis.org.

Asset Management (stalli disabili e norme locali)

Il responsabile incaricato della gestione dei beni urbani può:

  • Aggiungere uno stallo per disabili (anche per uso temporaneo), modificarne la posizione o cancellarlo quando non è più necessario
  • Definire e pubblicare le zone dove è consentito parcheggiare (carico e scarico merci, zona blu, residenti, ecc.)
  • Aggiungere immagini di segnaletica verticale e orizzontale, spesso diverse in ogni comune, in modo che gli utenti possano identificarle facilmente

  • Definire e pubblicare se esiste un limite di tempo e / o se deve essere pagato un importo

Statistiche d'uso degli stalli e pianificazione

Attraverso un algoritmo basato su statistiche sull’utilizzo dei posti riservati ai disabili, il responsabile addetto alla pianificazione può:

  • Visualizzare graficamente e in modo intuitivo l’effettivo utilizzo di ogni posto riservato in un determinato periodo di tempo

  • Eseguire una simulazione, modificando graficamente la posizione di uno o più posti riservati e vedendo l’impatto che genererebbe

  • Formalizzare il cambio attraverso lo strumento «Asset Management»

Gestione contrassegni ed utenti disabili

  • Gestione digitale e integrata dei contrassegni europei e degli utenti disabili
  • Riduzione degli errori dovuti all’elaborazione manuale delle informazioni

  • Gestione avanzata dei contrassegni, aggiunta di informazioni dettagliate sull’utente (numero di cellulare, e-mail, ecc.)

  • Gestione avanzata degli utenti (es. . Cancellazione dei contrassegni in caso di decesso)

  • Integrazione con lo strumento «Gestione allarmi e rilevamento frodi»

Gestione allarmi e rilevamento frodi

  • Generazione di allarmi per eventi predeterminati e configurabili (es. Superamento del tempo di parcheggio massimo consentito)
  • Gestione degli allarmi in sede e da parte di un supervisore locale (polizia municipale, vigile urbano, ecc.)

  • App specifica per supervisore per:

        • Verificare l’allarme e agire secondo l’ordinanza comunale

        • Accedere ai dati del titolare della carta presenti sul fronte della carta presenti sul retro della carta inseriti nello strumento «Gestione contrassegni ed utenti disabili»